Smerillo → Musei e Pinacoteche

150 Scorcio museo dei fossili 3 di 3

Smerillo museale

Negli spazi appositamente riallestiti dell’ex scuola elementare di Smerillo e nel pieno centro dell’antico borgo medievale, si trovano il M.A.C.S. Museo d’arte contemporanea, il Museo di Scienze Naturali ed il Museo Pinacoteca dell’Arte dei Bambini.

Il Museo di Scienze Naturali è collocato al piano terra ed è articolato in modo da suddividere le varie collezioni presenti. Una sala è dedicata ai fossili locali del Pliocene medio-inferiore e, in adiacenza, quelli di varie ere geologiche provenienti da diverse regioni italiane. A corredo è ben esposta una serie di pannelli informativi che illustrano gli aspetti geologici del territorio, la fauna che popolava il “Mare di Smerillo” e la storia della terra dalla sua origine fino ai giorni nostri. Una sezione è dedicata ai minerali provenienti da tutto il mondo, e la collezione è suddivisa secondo le classi di appartenenza. E’ inoltre possibile osservare la scala della durezza di Mohs e i minerali fluorescenti in una vetrina appositamente attrezzata.


Museo D’Arte Contemporanea
Il MACS espone opere di numerosi artisti, prevalentemente marchigiani, sia già affermati che esponenti delle nuove generazioni. La prima raccolta risale al 1998 ed era composta da oltre 40 opere. Ma è solo nel maggio 2012 che è stato inaugurato ufficialmente con il nome di MACS (Museo d’Arte Contemporanea di Smerillo), e nell’occasione è stato prodotto un catalogo con le opere presenti che nel frattempo sono aumentate arrivando a oltre 100.

Museo Pinacoteca dell’Arte dei Bambini
Inaugurato nel 1999 sul tema “Il Bambino e la Pace”, intende proporsi quale spazio di ascolto e di attenzione nei confronti delle “voci” dei bambini e raccoglie disegni e altre forme espressive sulla Pace (pensieri, poesie, fotografie, ecc.) e sull’educazione alla Pace. Tale spazio è aperto anche ai contributi creativi degli adulti.

La ex scuola ospita inoltre il Centro di Educazione Ambientale “Bosco di Smerillo” che svolge attività didattiche finalizzate alla conoscenza ed allo studio dell’ambiente. Le attività sono rivolte alle scuole di ogni ordine e grado, ai turisti e alla cittadinanza. Le scuole che partecipano alle giornate educative, possono fare esperienze e approfondire gli argomenti trattati in aula. Tra le aree da visitare di notevole interesse naturalistico e geologico è la “Fessa”, una profonda e stretta incisione nella roccia nella quale è possibile ammirare stratificazioni di arenarie e conglomerati sabbiosi. Annesso al centro vi è una scuola di Orienteering, dove è possibile praticare questa disciplina sportiva, usufruendo delle attrezzature necessarie.