Smerillo → Escursioni

150 La Fessa 2 di 3

Sentieri a Smerillo

Per perdersi nella natura

L’istituzione di un’Area Floristica Protetta (dal 1974) e di un’area SIC (Sito di Interesse Comunitario 1995), sono la testimonianza di un ambiente di particolare importanza dove la presenza di una fauna interessante e specie vegetali, sia rare che endemiche, fanno di questo ambiente un luogo ricco di biodiversità. Questa ricchezza vegetale e animale è favorita sia dall’altitudine compresa tra i 300 e 900 metri, sia dalla presenza di diversi biotopi come il bosco, le rupi secche e rupi stillicidiose, ambienti umidi, garighe, prati secchi e prati umidi, ecc. Qui, per elencare alcuni tra gli esemplari faunistici e botanici più importanti, potremo citare il falco pellegrino, il gheppio, la poiana, la volpe, la lepre, la donnola e l’istrice per gli animali; l’ipocisto, la belladonna, il giglio rosso, anemoni di varie specie e le numerose orchidee spontanee per le specie botaniche. È bene far presente che in questo territorio è stata registrata, tra specie e sottospecie, la presenza di 53 diverse orchidee spontanee. Va detto, inoltre, che ai visitatori che lo richiedono, nel Cea, vengono offerte spiegazioni dettagliate sulle specie botaniche e faunistiche, con l’osservazione diretta lungo i sentieri del bosco. Tra i sentieri boschivi di maggior interesse didattico, oltre che escursionistico, possono essere scelti i seguenti percorsi:
1). Il sentiero della “fessa”


2). Il sentiero del grande faggio
3). Il sentiero di Durano