Falerone → Proloco

Falerone Pro Loco

Pro Loco di Falerone

Corso Garibaldi, 25, Falerone
320 1618114
prolocofalerone@gmai.com

La storia dell’Associazione Turistica Pro Loco Falerone affonda le sue radici nel lontano 13 Marzo 1940, quando il commissario prefettizio di Falerone, attraverso affissione pubblica di un bando, promosse la formazione di una associazione di volontari con nome “pro Falerone”. Oggi come allora i ruoli dell’associazione sono principalmente quelli di sviluppo del turismo e promozione del territorio; le testimonianze dell’operato della Pro Loco nei primi anni non sono moltissime, ma è assodato che essa è stata operante ed arriva fino ai primi anni del dopo guerra: dopodiché, per cause ignote, si è sciolta, lasciando a Falerone un vuoto durato circa 30 anni.
Avvicinandosi di più al presente con un balzo nel 1980, anno di costituzione della nuova Pro Loco di Falerone ad opera del signor Sesto Concetti (primo presidente), il suo compito più arduo fu certamente quello di costituire un gruppo attivo per il paese cercando di colmare le lacune create nel vuoto dei trenta anni sopra citati; solo però nel 1988, con il nuovo presidente Sergio Lucarini, l’associazione fece un grande passo in avanti, riuscendo a promuovere in maniera certosina il territorio, valorizzando tutte le opere culturali presenti ed organizzando manifestazioni e prendendo in gestione la famosissima “Contesa della Nzegna”, che fino ad allora era organizzata da un comitato parallelo, facendola crescere in maniera esponenziale.
Al presidente Lucarini succede poi De Minicis Fabrizio, che sempre sui giusti binari continua la strada del suo predecessore, accrescendo tutte le manifestazioni di Falerone, specialmente quelle che negli ultimi anni erano un po’ scese di interesse. Il nuovo presidente rimane in carica tre anni, cedendo poi il testimone nel 1999 a Giuseppe Fenizi, i cui due anni di mandato vengono incentrati nel recupero di locali storici comunali lasciati in disuso e nella riorganizzazione degli eventi Faleronesi.
Nel 2001 a diventare presidente per un solo anno è Pistolesi Eliano: il suo breve mandato è stato però illuminante, perché proprio con lui la Pro Loco ha avvertito la necessità di iniziare a possedere del proprio materiale per l’organizzazione e l’ampliamento degli eventi con stand gastronomici e per l’organizzazione amministrativa dell’associazione; il testimone viene poi raccolto da Angelo Paolini, cui va il merito di aver fatto sì che la pro loco disponesse finalmente dei materiali su cui fondare la propria attività. Dagli anni di presidenza di De Minicis, arrivando a quella di Paolini, l’associazione tende a legarsi sempre di più con la manifestazione “Contesa de la ‘Nzegna” arrivando al punto di immedesimare Pro Loco in manifestazione e viceversa: questo fece sì che nel 2008, a seguito di un’edizione burrascosa della Contesa, la manifestazione fu interrotta per alcuni anni ed il presidente si dimise.
La Pro Loco non ha poi avuto un successore al Sig. Paolini fino al 2013 quando la grandissima maggioranza dei ragazzi di Falerone si riunisce per la ricostituzione della Pro Loco  eleggendo Giacomozzi Marco, ancora in carica; il merito di quest’ultimo, seppur con qualche difficoltà, è stato quello di ripristinare le tradizioni, con la Contesa de la ‘Nzegna (rimasta ferma per otto anni) e la festa patronale di San Fortunato, senza tralasciare la promozione del territorio faleronese e dei suoi prodotti tipici. L’obiettivo primario dell’attuale pro loco è quello di riportare le manifestazioni all’antico lustro, divenire sempre più autonoma e nello stesso tempo di supporto per tutte le strutture faleronesi.

 

-*- Contesa de la ‘Nzegna
-*- periodo: Luglio
-*- descrizione: la Contesa de la ‘Nzegna che, in dialetto, vuol dire “bandiera”, “drappo”, ed a cui viene dedicato un ballo, è una delle feste più antiche di Falerone, è una rievocazione che ripercorre la storia del territorio a partire dai primi anni del Novecento e culmina solitamente nell’ultima serata quando le contrade scendono in piazza con i rispettivi carri per rappresentare le proprie tradizioni

 

-*- Festa di San Fortunato
-*- periodo: 1 e 2 Giugno
-*- descrizione: festa del patrono

 

Da “LE PRO LOCO: UNA GRANDE RISORSA PER LE MARCHE” a cura di UNPLI MARCHE Dicembre 2014