Falerone → Storia e Cultura

Foto in evidenza

Falerone

Stagione teatrale – Prodotti tipici – A ottobre piovono libri

Scorcio dello spettacolo Farse Pautine al Teatro romano nel 2013

Scorcio dello spettacolo Farse Pautine al Teatro romano nel 2013

STAGIONE TEATRALE

Il Parco Archeologico “Falerio Picenus” comprende un percorso di circa tre Km che consente di visitare i resti dei principali monumenti dell’antica città di FALERIO PICENUS nata nel 29 a. C. quando Ottaviano decise di costruire una piccola città capoluogo della centuriazione della Media Valtenna dove stabilire una colonia dei suoi veterani. Ben presto la cittadella divenne un centro importante dotato di teatro, anfiteatro, ville patrizie, terme. Il TEATRO, una delle strutture meglio conservate delle Marche, nei mesi di luglio e agosto ospita una importante stagione teatrale durante la quale vengono rappresentate commedie e tragedie di tipo classico, [Foto 1] ma anche concerti, balletti ecc. Lo spettatore ha la fortuna di godere di questi spettacoli in una suggestiva cornice al cospetto di una quercia secolare e al chiarore di una splendida luna.

Una parte del pubblico presente allo spettacolo di Tullio Solenghi al Teatro Romano nel 2014

Una parte del pubblico presente allo spettacolo di Tullio Solenghi al Teatro Romano nel 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

PRODOTTI TIPICI

L’amministrazione comunale, con delibera di Consiglio n° 26 del 26/05/2006, istituisce la De.c.o. [Foto 3] Per i due prodotti tipici legati tradizionalmente e storicamente al territorio: l’olio “piantone di Falerone” ricavato dalle olive del Piantone di Falerone che era presente anche al tempo dei Romani e “lu serpe”, dolce tipico natalizio la cui ricetta risale al XVII secolo, opera delle suore clarisse.
Le De.c.o. Non sono marchi di qualità, ma delle attestazioni che legano il prodotto al territorio.

 Il piantone di Falerone

Il piantone di Falerone

L’olio extravergine di oliva “Piantone di Falerone” viene estratto a freddo, con frantoio di tipo continuo, dalle olive prodotte dal Piantone di Falerone.

Caratteristiche organolettiche dell’olio

Sensazioni olfattive: fruttato di media intensità; nota di verde foflia e leggera mandorla acerba.
Sensazioni gustative: piccante di media intensità, amaro al retrogusto.
Il gusto deciso dell’olio “Falerio Picenus” permette il suo abbinamento a bruschette, grigliate, zuppe di legumi ed erbe amare. L’alto contenuto di polifenoli ne fa un olio di spiccate qualità antiossidanti, ricco di omega tre.

 

Lu serpe

Lu serpe

lu serpe”

Tradizionale dolce natalizio ottenuto mescolando vari ingredienti: uova, mandorle, farina, zucchero, cacao ecc. e richiedente una complessa e lunga lavorazione. Esso si prepara per l’8 dicembre ed è ricco di simbologia. Rappresenta il serpente che la Madonna schiaccia sotto il suo piede. Viene regalato in prossimità delle feste natalizie a parenti ed amici come augurio per il cambiamento e la crescita.

 

 

 

Premiazione del Concorso Scrittori in erba 2015

Premiazione del Concorso Scrittori in erba 2015

A OTTOBRE PIOVONO LIBRI

Si tratta di un’iniziativa che porto avanti ormai da sette anni ed ha lo scopo di suscitare negli alunni un maggiore interesse per la lettura. Essa si svolge l’ultima settimana di ottobre durante la quale gli alunni dei vari ordini della scuola dell’obbligo hanno l’opportunità di venire a contatto con libri di vai generi, adatti a queste età.

Per tutta la settimana, di mattina, gli alunni delle scuole dell’ I.S.C. hanno l’opportunità di incontrare gli autori dei libri che leggono ai quali possono rivolgere domande relative alle loro curiosità, ascoltare i consigli in merito alla lettura e alla scrittura. A tale evento è legato il concorso di scrittura “Scrittori in erba” che prevede la produzione di un elaborato scritto relativo ad un tema prestabilito. A febbraio dell’anno successivo è prevista la premiazione; i migliori ricevono in regalo libri e dei buoni per l’acquisto di libri.

Maria Teresa Quintozzi